Tipi di batterie

Tipi di batterie

Quando ci alziamo la mattina molto spesso la prima cosa che facciamo è guardare la nostra sveglia – orologio per vedere che ore sono: subito dopo prendiamo il nostro cellulare smart per controllare messaggi o novità, e si assicuriamo che sia ‘carico’ o ‘in carica’: poi andiamo in giro continuiamo a usare tutta una vasta gamma di apparecchi di tecnologia avanzata. Tutti loro, o almeno la grande parte di essi, funziona tramite batterie. Senza le batterie in effetti noi non potremo fare moltissimo in merito agli usi dei nostri dispositivi, sia per lavoro che per passare il tempo, studiare o giocare o altro. Ma come si fa a capire quali sono le batterie che fanno al caso nostro e come si riconoscono i vari tipi differenti di batterie che ci si trova sul mercato?

Tutte le info qui miglioribatterie.it

Ci sono principalmente due categorie principali di batterie che sono note come celle primarie e secondarie. Ma a volte, le batterie sono anche classificate in quattro gruppi generali e cioè cella primaria, cella secondaria, cella a combustibile e cella di riserva. Di seguito sono riportate tutte le informazioni sui vari tipi di batterie e ciò che dovreste sapere su di esse. Le batterie sono fatte di due materiali principali chiamati elettrolita e fosforo. L’elettrolita nelle batterie è presente in diversi elementi chimici, che sono conosciuti come il metallo alcalino, anidro e alcalino-terroso rispettivamente.

La ragione per cui la chimica è importante da capire è che nelle batterie, una certa cella sarà necessaria per contenere le cariche positive e negative. Il numero di celle è determinato dal peso di ogni cella, che è anche conosciuto come il carico massimo, la carica di gocciolamento e la vita di scarica. Quindi, ecco che lo scopo principale delle batterie è quello di immagazzinare l’energia che si perde attraverso la decomposizione degli elettrodi, il motivo è che devono essere ricaricate di tanto in tanto.

D’altra parte, ci sono fondamentalmente tre tipi di celle, cioè piombo-acido, nichel-cadmio e polimero. Le celle al piombo-acido usano un contenitore metallico e cariche elettriche negative e positive per separare gli ioni positivi dagli ioni di piombo, mentre le altre due usano un nichel-cadmio (NiCd) o un materiale polimerico. Questi tre tipi di batterie sono disponibili sul mercato con specifiche diverse come tensione, resistenza, consumo di energia e sicurezza. Potete trovare tutti i tipi di queste batterie presso il vostro negozio locale.

admin