Avete mai sbrinato il frigo di casa?

Avete mai sbrinato il frigo di casa?

Avete mai spento l’energia elettrica prima di andare in vacanza spegnendo anche il frigo carico di alimenti?

Avete mai letto la scheda tecnica di un elettrodomestico?

Averla a portata di mano è importante per comprenderne anche il funzionamento. La scheda tecnica di un frigo cambia a seconda della marca e del prodotto che abbiamo scelto, ma riporta in tutti i casi le informazioni necessarie che identificano un articolo. Vediamo insieme quali.

  • La classe energetica di appartenenza: gli articoli di classe A sono quelli che consumano di meno. Quelli di classe G sono quelli caratterizzati da un consumo più alto.
  • La capienza totale del frigorifero: viene espressa in litri.
  • La capienza dei diversi vani: frigo, freezer, congelatore.
  • Le dimensioni del frigo.
  • La tipologia di sbrinamento: può essere manuale, automatica o parzialmente automatica. Questa caratteristica varia a seconda della presenza o meno del sistema no-frost.
  • Libera installazione o ad incasso.
  • Il tipo di posizionamento.
  • La capacità di mantenere costante la temperatura nel caso venga a mancare la corrente elettrica.

Come mantenere il frigo in buono stato?

Avete intenzione di far durare quanto più a lungo possibile il vostro frigorifero? Dovete sicuramente seguire qualche regola e tenere alcuni accorgimenti affinché questo elettrodomestico si mantenga in buono stato. Pulizia e manutenzione in primo piano! Il primo consiglio è quello di posizionarlo sempre distante dal muro: parliamo di qualche centimetro di spazio che possa permettere il passaggio dell’aria. Le serpentine, inoltre, vanno pulite perché vanno incontro alla formazione di polvere e sporco. Un problema, quello della mancata cura e pulizia, che potrebbe poi andare a compromettere la funzionalità del frigo e al contempo comportare un consumo di energia elettrica superiore rispetto al previsto.

Se il frigo non è caratterizzato da uno sbrinamento automatico o comunque parzialmente automatico, l’operazione di sbrinamento va fatta con una certa regolarità. Il frigorifero, inoltre, va sempre pulito. Attenzione ai vari ripiani e agli angoli. Cercate pure di sistemare gli alimenti nel vano frigo secondo un criterio. Riempire troppo il frigo significa che il raffreddamento potrebbe non avvenire in maniera uniforme. Non vi dimenticate, inoltre, la data di scadenzadei vari prodotti.

Per maggior informazioni consigliamo di visitare il portale Scelta Frigo.

admin

Lascia un commento